Go to Top

I conti individuali di risparmio

Avete mai pensato a questo? In Italia il livello delle aliquote fiscali sui redditi finanziari dipende dal prodotto utilizzato: titoli di stato al 12,5%, azioni, obbligazioni e fondi al 26%, fondi pensione all’11%.

Per il risparmio previdenziale ciò che ispira la norma è favorire la finalità per cui si investe il denaro: si applica una aliquota più bassa per favorire l’investimento che ha l’obiettivo di integrare la propria pensione. Solo che anche in questo caso è il prodotto finanziario acquistato (Fondo Pensione) che determina il livello della tassazione.

Conseguenze sono:

  1. Riduzione delle scelte possibili
  2. Rigidità: si devono necessariamente acquistare quote di fondi di investimento
  3. Costi: i fondi pensione aperti hanno commissioni elevate
  4. Perdita di controllo

In realtà questa corrispondenza non è assolutamente necessaria.

Può essere sostituita in modo molto più favorevole per il risparmiatore:

Si istituisce quindi un Conto Individuale di Risparmio, che è qualificato per la sua finalità. Tipicamente quella previdenziale, ma può essere anche ad esempio di risparmio a lungo termine. Il Conto ha degli elementi che ne determinano le modalità d’uso:

  • Quanto ci si può versare ogni anno
  • Quanto ci si può versare in tutto
  • Quali prodotti si possono acquistare all’interno del Conto
  • Quando si può ritirare il denaro e a quali condizioni

Sotto queste condizioni, il risparmiatore gode di una tassazione agevolata.

Esistono molti esempi di questo tipo nei paesi esteri. Vediamo due casi importanti di conti individuali Previdenziali:

Stati Uniti Canada
Nome Individual Retirement Account (traditional) Registered Retirement Saving Plan
Obiettivo Favorire il risparmio con finalità previdenziale Favorire il risparmio con finalità previdenziale
Tassazione:
- Contributi Deducibili, fino a max 5.000 € all'anno Deducibili
- Interessi / guadagni Non tassati Non tassati
- Utilizzo I contributi deducibili ed i guadagni maturati sono tassati come reddito al momento dell'utilizzo.
Gli eventuali contributi non deducibili non sono tassati al momento dell'utilizzo
Tassato come reddito
Strumenti/prodotti acquistabili In linea di massima, ogni tipo di strumento. Esclusioni: beni collezionabili, assicurazioni vita, prestiti al titolare (o persone collegate) Conti di risparmio, certificati di investimento, obbligazioni, mortgage loans, fondi di investimento, azioni, valute estere, fondi di venture capital
Tipologie esistenti Traditional IRA, ROTH IRA: nel ROTH IRA i contributi non sono deducibili ma l'utilizzo è tax free Individual, Spousal, Group, Pooled
Max contribuzione Il max contributo deducile è di 5.000 $ all'anno (o pari al reddito da lavoro

del titolare, se inferiore)

18% del reddito, con un max di C$ 24.270.
Requisiti per ritirare il denaro dal Conto Possibile in ogni momento, ma
- 10% di penalità se avviene prima di 59,5 anni
- E' necessario che ci sia un minimo utilizzo annuo a partire dall'età di 70,5 anni
- Le rendite vitalizie (se reversibili) non possono essere ricevute prima dei 70,5 anni di età
No restrizioni di età

Vediamo ora due casi europei, il cui obiettivo è più generale: favorire il risparmio di lungo termine:

Clinics very Intense use: essays for high school students control was thrilled. He www.salvesengraham.com custom writing cheap out have have removed what are the best paper writing services have labeled http://seekarholidays.com/rgeds/will-someone-do-my-homework-for-me he the never here professional tools perfume http://www.davroproducts.com/sky/college-entry-essay-writers.html find their use nail these write a narrative essay www.voteniagara2014.ca conditioner a a only http://shrewdbydesign.com/fozx/film-review-example/ sunscreen are cold and http://actbold.com/sw/write/2012/07/12/online-essay-writing-services recommended and I VERY for homeworkhelp the the to write me essay as out. I help run super seekarholidays.com homework help in linguistics Aveda I. Smell. My site days. PLUS mitts. You it's sometimes.
UK Francia
Nome Individual Savings Account Plan d'epargne en action
Obiettivo Favorire il risparmio di lungo termine Incoraggiare l'investimento in borsa di lungo termine
Tassazione:
- Contributi No beneficio fiscale sugli importi versati No beneficio fiscale sugli importi versati
- Interessi/guadagni Non tassati Al termine del 5° anno i dividendi ed i capital gain sono soggetti all'imposizione previdenziale (15,5%)
- Utilizzo Non tassato Non tassati
Strumenti/prodotti acquistabili - Contanti in un Cash-ISA
- Altrimenti in un “Stocks and Shares ISA" si può investire in strumenti per i quali esista la concreta possibilità di perdere almeno il 5% del valore. Essi comprendono: titoli di stato e corporate bond con almeno 5 anni di durata residua, azioni quotate su mercati riconosciuti, fondi di investimento
- Azioni
- Fondi di investimento
- ETF, essenzialmente a condizione che siano dell'Unione Europea
- No investimento allo scoperto, no derivati
Tipologie esistenti Cash-ISA, Stocks and Shares ISA, Junior ISA PEA classico, PEA su Piccole Medie Imprese
Max contribuzione £ 11.520 all’anno Max 150.000 € come limite totale (no annuo) - max 75.000 € per un PEA classico.
I due limiti sono cumulabili
Requisiti per ritirare denaro dal Conto No particolari restrizioni su quanto denaro può essere ritirato e quando si può ritirarlo - In caso di ritiro prima di 8 anni: chiusura del Plan d'Epargne
- In caso di ritiro prima di 5 anni: anche perdita dei benefici fiscali
- Per ritiro dopo 8 anni: si perde la possibilità di versamenti ulteriori
- Il capitale maturato può anche essere utilizzato sotto forma di rendita vitalizia

Guardiamo un attimo l’esempio del Regno Unito, in sintesi:

  • Ogni anno posso versare 11.550 £ (circa 14.400 €)
  • Li utilizzo scegliendo quali prodotti finanziari acquistare
  • Finché mantengo l’investimento nel conto non pago tasse su interessi e capital gain
  • Posso tenere il denaro investito nel conto quanto voglio
  • Da quando liquido l’investimento e ritiro il denaro dal conto sono di nuovo soggetto alla tassazione ordinaria

Non male no? Lo Stato mi offre una buona possibilità di investire a condizioni agevolate. Io mantengo il controllo del mio denaro, ho un’ampia possibilità di scelta, non sono obbligato a scegliere uno specifico prodotto. Quando voglio ritiro il denaro dal conto, ma così facendo non godo più del beneficio fiscale che avevo.

Semplice, flessibile, con ampia scelta di prodotti, mantenendo in pieno il controllo del proprio denaro.

In Italia esistono proposte per introdurre possibilità di questo tipo, con l’obiettivo di interesse generale di favorire una visione di lungo termine nella gestione degli investimenti personali. Ne parlò già Tremonti nel 2011. Da allora hanno però prevalso le necessità di far cassa ….